Dentro una morte  
 

"Dentro una morte"


 

2008 (c) by SaraDeFlorio
Significato
L'artista raffigura una sarcastica riflessione circa la morte di sua madre e la crudezza dei precedenti interventi ospedalieri, il rimorso per non aver potuto evitare tali circostanze, e il desiderio di aver voluto rimediare tornando indietro nel tempo.
Influenze
Il fatto realmente accaduto nel 2006, dell'agonia in ospedale e della morte di mia madre, è stato la motivazione per cui realizzai questo dipinto.  
Un'altra delle influenze che ebbi fu una voce che sentìi, forse erano parole scritte in un profilo myspace.com, che mi diceva: "Dimmi qual è la tua ferita ed io la curo". Avevo la sensazione che ci fossero delle voci che mi parlassero già da tempo, ma siccome ignoravo da chi provenissero davvero, ed inoltre esigevo una spiegazione di cosa volessero ma ancora nessuno me ne dava risposta, allora da questo stesso dipinto ricavai una piccola elaborazione grafica in cui volevo metter fine a questo dialogo "anonimo" ed immotivato. L'immagine era la seguente:
 
 
Dettagli tecnici ed esperienza dell'artista
Realizzai questo dipinto nel novembre 2008. Poi, a causa di eventi strani che accaddero nel maggio-giugno 2009, per i quali ebbi paura di provocare morte, o che il mio dipinto si manifestasse e fosse interpretato in modo sbagliato, e che mi fosse attribuita quella sorte, cancellai la parte ferita e quindi anche l'orologio, tentando in qualche modo di esprimere il mio benessere, e cercai quindi di tirarmici fuori da quella possibilità, ricercando il verde sorriso che torna dopo un dolore quando ci si accorge di dover proseguire la propria vita, nonostante quel dolore.
Consideravo quindi questo dipinto successivo al dipinto "L'assenza", dove il mio verde sorriso era spento a causa del dolore dell'assenza di mia madre.
Purtroppo è accaduto che ciò che cancellavo andava in mani altrui e questo mi ha creato molti problemi. Per esempio questo dipinto è stato interpretato e vissuto da altri come uno sguardo dentro le mie fotografie e nella mia anima, nei miei ricordi, nel mio passato, nella mia arte, e addirittura è stato scambiato per "Google". Fino a qualche settimana fa quando mi connettevo tramite il computer in internet e visitavo una pagina da google entravo in connessione con quelle immagini. Comunque, quando mi accorsi che avendo "Il mio verde sorriso" sostituito la figura dipinta inizialmente di "Dentro una morte", era stato scambiato con il passato che prende il posto del presente, dove il passato non ero più io ma altre persone, e che oramai era diventato un parco divertimenti di altra gente che riviveva parte dei miei bei ricordi ed i miei sentimenti, diffusi in tutta "Facebook", dipinsi ancora sulla stessa tela il dipinto "Dopo l'assenza", nel quale mi rimangiavo il mio verde sorriso per mettere fine alla sofferenza di vedermi derubare della mia anima e dei mie sentimenti ed emozioni, perchè non fosse più cibo per gli altri. Poi mi sono accorta che non essendoci più il dipinto "Dentro una morte", continuava ad essere utilizzato per la foto digitale che avevo ancora conservata, e non riuscivo ad impedire agli altri di usarla e di imporne la mia proprietà, e che la mia arte sembrava essere divenuta "di tutti", cosa che mi rende molto infelice, ma che soprattutto è stato distruttivo per la mia anima, allora ho dipinto di nuovo su di un'altra tela "Dentro una morte" così come l'avevo realizzata in principio, per riportare nella sua dimensione la figura.
Nel 2015 ho realizzato tale dipinto.
Ma ancora c'è stato un problema dovuto alla foto che avevo fatto della mia schiena per posare e prendere spunto per il dipinto quando lo realizzai nel 2008. Fu una foto che stampai, e che successivamente devo aver cancellato o perduto. Sembra si sia manifestata come se trasportassi la foto nella dimensione "pittorica" provocandole una ferita, ed il fatto che poi persi la foto peggiorò la prevaricazione dell'idea altrui.
Conclusione
A breve, i vostri pettegolezzi verranno cancellati e non saranno più parte integrante dei miei dipinti. Non voglio che offendiate ancora il mio sentimento e ricordo della morte di mia madre con volgari associazioni sessuali, abbinate ad una figura che esprime dolore.

- SaraDeFlorio -

exit
Ultimo aggiornamento: 05.11.2020
Questo è un sito personale.