"Estasi creativa"


 

2008 (c) by SaraDeFlorio
Significato
L'artista raffigura
Influenze
Per realizzare questa figura mi sono ispirata al mio rapporto con l'attività di dipingere ed a qualche considerazione che ho pensato in un determinato frangente, che mi ricordava qualcosa di me.
Dettagli tecnici ed esperienza dell'artista
Realizzai questo dipinto nel 2008, ne sono sempre stata soddisfatta del soggetto pittorico e del suo significato. Da allora il dipinto non ha subito modifiche e neanche danni o rotture tranne una piccola lacerazione della tela in un punto poco importante. Attualmente non lo vivo come vorrei e come era in realtà, non completamente perché qualcuno ha preso il posto dei mei pensieri, saltuariamente e quindi la mia estasi nel dipingere non la provo più come prima. Pare che qualcuno volesse sostituire la mia creatività con il computer, e questo non era ciò che avevo dipinto. In effetti nell'estate del 2009, quando mi trasferìi in Italia, lasciando il mio dipinto in Germania, portai con me una stampa di questo dipinto, e mi venne la stramba idea di attaccare sulla parte superiore dove sono le figure bianche un ritaglio del dipinto "Bisogno d'amore". Insomma un collage che col senno di ora non rifarei mai. Non so darmi una spiegazione del motivo per cui feci questa idiozia, in realtà non avrei mai voluto che quell'immagine sostituisse il mio pensiero nell'"Estasi creativa", e tra l'altro non credevo che della semplice carta stampata potesse provocare effetti considerevole anche dannosi, ma purtroppo in quel periodo, subìi uno sfasamento che mi rendeva facilmente condizionabile in seguito alle cancellazioni e le "partecipazioni" altrui. Quindi vorrei che quell'operazione insignificante non si ripetesse più. L'essere condizionabile è diminuito da allora sempre più, man mano che ridipingevo ciò che avevo cancellato. I due dipinti comunque sono da considerare separatamente. Ed io vorrei ritrovarmi. Ho realizzato questa piccola animazione per essere certe che non si influisca più nei miei pensieri:

(n.b.: se la gif non si anima aggiornare la pagina.)
 
Nel 2013, quando mi sono accorta che il mio dipinto "Estasi creativa" era interpretato e si manifestava diversamente da come lo avevo immaginato, e che le piccole figure bianche andavano via all'esterno, realizzai un dipinto in difesa della mia teoria, per la quale avevo rappresentato le figure bianche esternamente alla testa soltanto per poterle descrivere figurativamente, ma in realtà il significato che avevano per me era che restassero nella mia testa.
Fu la volta quindi di
"Difesa concettuale"
2013 (c) by SaraDeFlorio
Per "Difesa concettuale" ho avuto altre problematiche che in questi giorni probabilmente sto risolvendo. Infatti, mentre io consideravo le figure bianche presenti, ma protette dietro lo scudo del bene, il carattere veniva sempre inteso come brusco, cattivo, scorbutico. In realtà ho subito da diversi anni disturbi della percezione e della personalità.
Una probabile causa, da accertare di quale origine, è il fatto che quando avevo realizzato il dipinto inizialmente, mentre ne elaboravo la figura per decidere come doveva essere l'immagine finale e completa, avevo realizzato una scritta sulla testa, che poi ho deciso di ricoprire.
Questa una foto a dimostrazione della scritta ancora visibile sulla tela in controluce:
 

 
Prima di accorgermi e di ricordarmi della scritta che avevo cancellato, avevo già realizzato un dipinto, al quale non ho ancora dato un titolo:
 

2020 (c) by SaraDeFlorio
Ho dipinto nuovamente la scritta sulla testa, come quella che nel 2013 avevo ricoperto, ed ho gia sentito la mia percezione ambientale ritornare con lo schiarirsi dei miei pensieri.
 

Ultimo aggiornamento: 23.12.2020
- SaraDeFlorio -
exit
 
Questo è un sito personale.