"Last look to the presents"


2006 (c) by SaraDeFlorio
 

Tutto..

Considerazioni 2019


"..tutto...tutto cominciò con lui.. lui era un dipinto, uno sguardo...l'ultimo che vidi sul volto di una persona cara, prima che lasciasse questa esistenza..
ho sarcasticamente registrato la sua voce, i suoi lamenti, filmato i suoi ultimi momenti nel bianco letto del dolore, non sapendo se un giorno avrei trovato il coraggio di rivederlo e di ascoltare i rantoli che ha lasciato come ultimo saluto a questo mondo.. il suo cuore era forte, non voleva cedere..
ho visto il sangue, il suo silenzioso dolore, disgusto, esasperazione del suo riposo desiderevole di cura..
...nel delirio mi aveva chiesto di portarle il miglio, ricordo di tempi di gioventù o di guarigione..
in realtà, quel coraggio non l'ho più avuto, e dopo un pò di tempo ho cancellato le tracce registrate della sua agonia, sentendomi stupida per non averci pensato prima....
..prima che i suoi occhi si chiudessero per sempre guardò sconvolta e delirante la fila dei presenti, che chiacchieravano tra di loro, incuranti del rispetto che avrebbero dovuto porgere alla sua agonia..
..vi erano persone e parenti che non vedeva da anni, e io cercai di capire se quel suo sguardo, tra terrore e agonia, non fosse la comprensione che per lei era finita...
in qualche modo mi lasciai consolare e fortificare dal pensiero che per lei smettere di esistere sarebbe stata una liberazione dal dolore....pensiero che successivamente ho reputato crudele, ma che altro potevo fare?
La tua anima, mamma, possa riposare in pace e smettere di essere tormentata, dall'indifferenza, dall'insensibilità e dall'incomprensione altrui.."
 
Alcune delle parole su citate le scrissi in un blog che postai nel myspace.com/espressioni. Almeno ho cercato di ricordarmi orientativamente ciò che scrissi prima di cancellare il blog e poi il mio dipinto nel 2009, in seguito a strane situazioni che stavano accadendo, e delle quali avevo paura. Mi ritrovo oggi ad aver dipinto nuovamente questo soggetto per cercare di riportare un equilibrio che con la cancellazione e probabilmente a causa di altre influenze, era stato modificato, e a considerare ciò che nel frattempo è accaduto.
Quell'evento fu uno dei motivi che mi indussero a dedicarmi piu' spesso alla pittura. Un maggiore bisogno di esprimermi, mi portò a cercare via di sfogo attraverso l'arte. In qualche modo, coincidendo con la forza di dover andare avanti con la propria vita nonostante una perdita importante.
Un po' eccessiva nel definirlo un "tutto", me ne rendo conto. Essendo per me stato una specie di nuovo inizio lo definìi "tutto", ma era solo in riferimento alla pittura ed al benessere che vi avevo trovato nell'esprimermi assiduamente attraverso di essa. In realtà si trattava solo di un modo di dire e non di un "tutto" universale...

 

- SaraDeFlorio -

Questo e' un sito personale, non e' adibito all'uso pubblico.