"Last look to the presents"


"Ultimo sguardo ai presenti"


 

 
2006 (c) by SaraDeFlorio
Significato
L'artista raffigura l'espressione di uno sguardo, lo sguardo che lei vide sul volto della madre, prima che morisse. Uno sguardo che significava forse nulla, o forse consapevolezza di essere in fin di vita. E' questo l'amaro e doloroso dubbio sul quale l'artista riflette, sull'inquietudine che quello sguardo rappresentava, in quell'istante di dolore e di riflessione sul significato e l'impatto della paura della morte subliminata in beffa che si distorce in grottesco.
Influenze e divagazioni
Le uniche influenze sono state l'interesse per l'arte e l'espressionismo, e principalmente l'evento reale accaduto.
Successivamente scrissi qualche parola su di un blog relativamente a questo dipinto
Blog: Tutto..

Tra il 2007 e il 2008 scrissi un blog sul mio profilo www.myspace.com/espressioni..  
"..tutto...tutto cominciò con lui.. lui era un dipinto, uno sguardo...l'ultimo che vidi sul volto di una persona cara, prima che lasciasse questa esistenza.."

 
Lo scrissi per bisogno di comprensione e per esprimere la mia gratitudine verso il fatto che quell'evento fu uno dei motivi che mi indussero a dedicarmi piu' spesso alla pittura. Coincidendo con la mia presa di coscienza che esprimendomi artisticamente riuscivo a compensare una parte di me che in qualche modo veniva repressa. A crearmi uno spazio personale tutto mio..
Essendo per me stato una specie di nuovo inizio lo definìi "tutto", ma era solo in riferimento alla pittura ed al benessere che vi avevo trovato nell'esprimermi assiduamente attraverso di essa. In realtà si trattava solo di un modo di dire e non di un "tutto" universale...
..e non vi è nessuna intenzione di coinvolgere altra gente a vivere o rivivere in queste parole, in questa mia espressione, in questo mio dipinto, immagine...
..perchè anche se si trova in un luogo pubblico questo sito, tratta temi personali.. e ciò che è personale va rispettato.
C'è un'ipotesi che vi sia stato un riflesso mnemonico della copertina di una rivista Annuario di tatuaggi 1998.
pettegolezzi
Respinti
Dettagli tecnici ed esperienza dell'artista
Realizzai il dipinto nel 2006, e restò invariato fino al 2009, quando, in seguito a strani eventi che mi spaventarono, cancellai il dipinto lasciando la tela celeste. Poi, dopo aver realizzato un altro dipinto sulla stessa tela, nell'agosto-settembre 2009, ridipinsi invece questa raffigurazione nel 2015. Non ho rilevato particolari cambiamenti con questa cancellazione, tranne che il disturbo di persone che hanno avuto l'arroganza di voler essere il soggetto dipinto, scambiandolo per un uomo, non capendo che il lui al quale mi riferivo era uno sguardo, invece che una persona di sesso maschile. Molto poco piacevole è stato dover apprendere che hanno interpretato questo dipinto con significato sessuale.
Conclusione
I vostri pettegolezzi, che, dal 2009 sono stata costretta a portarmi appresso con la mia arte, e che sono stati, per me, causa di malessere, verranno cancellati e non saranno più parte integrante dei miei dipinti.
Spero di ritrovarmi in quest'ottica in cui la mia visione del mondo trovo confortevole, e di liberarmi dell' "intruso di turno" che negli anni passati ha padroneggiato impersonando il ruolo di questo dipinto in maniera davvero inopportuna. Spero di riavere il dovuto rispetto per ciò che ho espresso che non è variato soltanto perché ho modificato il dipinto, e comunque, anche se lo fosse stato, nessuno aveva ed ha il diritto di negarmi il diritto di esprimermi (e farsene padrone) e di non subire ferite per ciò che esprimo. Sia le espressioni che le modifiche, qualsiasi siano state le cause, le motivazioni e le influenze, sono sempre una mia scelta e proprietà intellettuale. Le influenze e le motivazioni per cui qualcosa viene espresso o rimosso, non hanno la funzione di "gestire" di ciò che esprimo dipingendo, scrivendo e facendo altre attività.

- SaraDeFlorio -

Tematichealloriginemaispeisiana
Ultimo aggiornamento: 03.11.2020
Questo è un sito personale.