"ironica supereroica"


 

2008 (c) by SaraDeFlorio

Significato
...
Influenze e divagazioni
Ho realizzato questo dipinto ispirandomi ad una mia foto del mio busto.
pettegolezzi
Per qualcuno questa immagine rappresenta il computer.
Dettagli tecnici ed esperienza dell'artista
Ho realizzato questo dipinto per la prima volta nel dicembre 2008, con l'intenzione di fare un autoritratto ironico, in cui fingevo di inserire la chiave e scappare via, per il fatto che mi sembrava che qualcuno fosse interessato a sapere della chiave, e non ne capivo il motivo per cui vi fosse tutto questo interesse.
Intendevo colorarlo successivamente, il bianco e nero era soltanto una base per dipingere i chiaroscuri della figura.
Poi però pensai che volevo che il mio autoritratto avesse più stile artistico e più carattere, semplicemente dal punto di vista della figura e lo cancellai, per farne uno migliore. E se ricordo bene, sulla stessa tela dipinsi "Oh, my God!", che appunto era un autoritratto che ho realizzato ispirandomi ad una mia foto con stile caricatura.
Di questo dipinto avevo, come quasi tutti i miei dipinti anche una foto digitale nel mio computer, e più tardi, forse dopo il 2012 (non ricordo precisamente quando), accorgendomi che la mia immagine si manifestava sottraendomi una parte di me, interpretando quella mia "finta" fuga, in vera e propria separazione da una parte di me che mi era cara, e realizzai un disegno grafico, in cui invertivo il senso della corsa della piccola figura, per evitare che fuggisse via, sebbene fosse in contrasto con il significato della mia espressione artistica originaria, comunque in quel momento per me aveva più importanza riuscire a tenermi ciò che mi era caro, e quindi realizzai quel ritocco fotografico e stampai entrambe le foto, con direzione di andata e di ritorno.
Ma col passare del tempo mi accorsi che neanche così riuscivo a trattenere ciò che era mio, perchè in qualche modo qualcuno pretendeva di averne più diritto di me in quanto non avevo più il dipinto sulla tela, come se il mio mondo fosse la tela e non bastava averne il file digitale o la foto stampata, ed essere stata l'autrice del dipinto e della cancellazione, della stampa etc.
Nel 2015 decisi di dipingere di nuovo quella immagine sulla tela, rispettando l'idea iniziale di "finta" fuga.
In tutti questi anni qualcuno ha interpretato quella immagine in modo molto cattivo, cioè che per ottenere la mia piccola figura in fuga occorreva la chiave "nera", che per qualcuno significava "cattiva" le o sessuale", e quindi venivo maltrattata, trattata in modo freddo etc.
Ho capito solo dopo molto tempo che, secondo qualcuno, quando andai via dalla Germania nel 2009, per trasferirmi per un paio d'anni in Italia, ero come questo dipinto. A maggior ragione che lasciai quasi tutti i miei dipinti in Germania, ed in Italia ne avevo ben pochi.
Quanlcun altro ha detto che fuggivo perchè ero malata, e che quindi era una fuga per scappare dalla malattia, invece quella motivazione non l'avevo mai pensata, io volevo solo fare qualcosa di divertente.
Negli ultimi anni tra il 2016 ed il 2020 inoltre a causa di questo malinteso secondo cui per qualcuno una parte della mia testa o di non so che, va via ho subìto disturbi psichici, della percezione, che sono stai riflessi sulla personalità.
In questo stesso frattempo, è capitato che ho anche buttato via le foto stampate di questo dipinto, e purtroppo ho il problema che ciò che butto via se la prendono altri in altra forma e quindi mi rubano anche il passato di ciò che butto via.
Mi è successo anche con le copertine dei dischi che una volta perdute ho perso anche i miei ricordi del tempo in cui le avevo, e questo è totalmente ingiusto.
Conclusione
Io vorrei solo che mi lasciaste in pace, perchè con i miei veri occhi e senza le vosttre partecpazioni da ciarlatani il mio mondo è molto più bello, e non rappresenta mai qualcosa che mi ferisce.
- SaraDeFlorio -
exit
Ultimo aggiornamento: 28.11.2020
Questo è un sito personale.